Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Un sistema innovativo ed affascinante per la costruzione del nostro edificio sostenibile.

Quando la realtà supera l’aspettativa, in sole due settimane la struttura esterna è completata

Siamo alla metà di Gennaio 2020. In cantiere siamo pronti ad accogliere il partner al quale abbiamo affidato la costruzione dell’edificio “fuori terra”. Utilizzerà dei pannelli di legno di terza generazione la cui produzione era già stata avviata a Novembre nello stabilimento di Vipiteno, un bel paese circondato dalle stupende Dolomiti.

Siamo davvero curiosi di assistere dal vivo a questo innovativo processo costruttivo. Il giorno 20 di Gennaio giunge in cantiere il primo carico con i pannelli di legno pre-fabbricati. La costruzione può avere inizio.

Si tratta di un meraviglioso flusso di attività che, come avviene con le costruzioni di Lego, produce una crescita della casa a vista d’occchio. In sole due settimane, l’intera struttura dell’edificio di due piani, comprensiva delle parti interne strutturali è completata.

Insomma, una bella soddisfazione.

sistema innovativo costruzione
E’ il 20 di Gennaio 2020, si parte da quota zero.
una settimana dall'avvio dei lavori sistema innovativo costruzione
E’ trascorsa meno di una settimana dall’avvio dei lavori fuori terra.
la struttura completata realtà oltre nostre aspettative
foto del 6 marzo, con infissi e tetto già ultimati

Ma ecco che, improvvisamente, tutto cambia, arriva un nemico invisibile.

Un visitatore non atteso nè gradito giunge nel nostro Paese: il virus Covid-19. Per provare a contrastarne la diffusione le Autorità proclamano una chiusura generale di tutte le attività della nazione, cui seguirà anche quella imposta in molti altri stati del mondo. L’annuncio è improvviso, ed ha effetto immediato. E’ metà Marzo. Ovviamente agiamo con prontezza e, non senza dispiacere, chiudiamo il cantiere interrompendo quel flusso di attività che ci procuravano così tanta soddisfazione. La speranza, allora, era che si trattasse di una sospensione di poche settimane.

Siamo al 4 Maggio, sono trascorsi due mesi (!) ed abbiamo finalmente la possibilità di riaprire il cantiere, le attività edili vengono autorizzate a ripartire.

Si tratta di riorganizzare un pò tutto quanto, prendere precauzioni, rivedere il cronoprogramma, adeguare il cantiere alle nuove disposizioni. Desideriamo poter riprendere e portare a termine quanto avviato quanto prima possibile. Non manca molto, non vediamo davvero l’ora di vedere nuovi progressi.

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su xing
Condividi su twitter